I più venduti

La lavagna creativa

Domande frequenti

1. Mi sono registrato come l’acquirente, potrò successivamente diventare il venditore?

Certo, è sufficiente fare un clic su "IL MIO ACCOUNT VENDITORE" che troverai nella sezione "IL MIO ACCOUNT" e puoi procedere.


2. E' necessario un permesso particolare per vendere su Matea.it?

La necessità di essere titolari di un permesso o di una autorizzazione per la produzione e la vendita di oggetti su Matea.it dipende dalla natura degli oggetti venduti, le modalità di vendita o produzione e la condizione personale del venditore ed  è regolata secondo le leggi vigenti.

Matea.it non controlla se i venditori hanno l'autorizzazione per svolgere l’attività di produzione e di vendita. Ciascun venditore è responsabile personalmente della titolarità del permesso o dell’autorizzazione per la vendita e la produzione dei propri oggetti secondo le leggi vigenti.


3. Come inserire nuovi oggetti da vendere?

Per inserire i tuoi oggetti vai su IL MIO ACCOUNT -> IL MIO ACCOUNT VENDITORE -> OGGETTI e clicca AGGIUNGI NUOVO.

Dopo aver salvato le informazioni di base potrai inserire maggiori dettagli (es. prezzo, foto dell'oggetto, modalità di spedizione, ecc.).


4. Non riesco a caricare le foto degli oggetti da me venduti. Soluzioni?

Quando si caricano le foto degli oggetti venduti su Matea.it è necessario fare attenzione ai requisiti che le immagini devono avere per poter essere pubblicate sul sito.

Le immagine possono essere esclusivamente in formato jpg. gif. o png. e avere una dimensione massima di 2 000 kB (2 MB).

Matea.it consiglia che le foto degli oggetti venduti abbiano un lato lungo di almeno 500 pixel e siano di forma quadrata. Le istruzioni su come rendere le immagini degli oggetti più piacevoli e attraenti sono disponibili online sulla “Lavagna” di Matea.it.


5. Io ho solo la PostePay. Posso usarla come il metodo di pagamento per i miei clienti?

La PostePay standard non è legata ad un conto corrente pertanto non consente di ricevere pagamenti da parte dei clienti di Matea.it (la semplice ricarica della carta di credito non è una modalità di pagamento consentita perché non permette la rintracciabilità dei pagamenti).

La nuova PostePay Evolution è invece legata ad un conto corrente e può essere utilizzata per ricevere pagamenti dai clienti di Matea.it. Ti basterà indicare il codice IBAN presente sulla carta all’interno del campo "IBAN" del tuo profilo venditore su Matea.it e scrivere “Poste Italiane” nel campo "nome della banca”. I tuoi clienti effettueranno un semplicissimo bonifico verso l’IBAN da te indicato e tu riceverai il pagamento in forma di accredito sulla carta.


6. Come posso impostare i costi di spedizione degli oggetti venduti in maniera efficiente?

Per impostare il prezzo di spedizione vai su IL MIO ACCOUNT VENDITORE e clicca su SPEDIZIONE (menu orizzontale).

 

Puoi decidere di impostare i costi di spedizione in base  al prezzo totale del pacco, o in base al peso totale del pacco. Dopo clicca su SALVA LE IMPOSTAZIONI E PROSEGUI.

 

Arriverai così al secondo e ultimo step per impostare il prezzo di spedizione. Si tratta di  impostare gli "intervalli". 
Gli intervalli ti permettono creare delle fasce (di prezzo o di peso) a cui associare determinate regole per il conteggio automatico della spese di spedizione. Questo strumento è un ottimo incentivo all’acquisto di più prodotti anziché di uno solo.

Spieghiamo adesso come impostare questi intervalli, a seconda del prezzo degli oggetti venduti. Esempio:

 

Hai intenzione di vendere 1 portachiavi al prezzo di 5 euro. Ti sei informato alla posta o in una agenzia di spedizione e sai che la spedizione dell’oggetto ti costa circa 3 euro. Potresti decidere di impostare un costo di spedizione di 3 euro sia per l’acquisto di 1 portachiavi, sia nel caso di acquisto di 2 portachiavi. Questo crea un incentivo all’acquisto di un secondo esemplare dello stesso prodotto, considerato che il prezzo di spedizione rimane lo stesso.

Potresti poi decidere di fornire un ulteriore incentivo all’acquisto di un terzo esemplare dello stesso prodotto, semplicemente optando per non far pagare alcun costo di spedizione in caso di acquisto di 3 portachiavi. In questa maniera, saresti in grado con i guadagni aggiuntivi derivanti dall’acquisto dei 3 esemplari di offrire al cliente lo sconto (di coprire tu i costi di spedizione).

Nel nostro caso, quindi, se decidiamo di impostare un costo di spedizione di 3 euro per l’acquisto di 1 o 2 esemplari dello stesso prodotto, dobbiamo andare ad impostare gli intervalli modificando il costo di spedizione "in base al prezzo totale del pacco" e aggiungendo questi intervalli di prezzo:


"0-11"(euro spesi per acquisto del prodotto) .... 3 euro (costo di spedizione per Italia o per Europa)
"11-16" (euro spesi per acquisto del prodotto) .... 0 euro (cioè spedizione gratuita)

 

Ricapitolando, se il compratore acquista 1 o 2 portachiavi il prezzo complessivo dell’acquisto è di euro 5 + 5 (prezzo del secondo portachiavi) =10 euro. Se si vuole far pagare un costo di spedizione di 3 euro per l’acquisto di 1 o 2 portachiavi, bisogna impostare un primo intervallo di prezzi fra0 e 11 euro (il numero indicato come termine massimo di ogni intervallo è infatti escluso, quindi non scrivo 10 però 11). Come spese di spedizione (corrispondenti a questo intervallo di prezzi) indichiamo 3 euro, in questo modo per l’acquisto di 2 portachiavi il compratore pagherà il costo di spedizione uguale a 1 oggetto.

 

Se il compratore invece acquista 3 portachiavi, il prezzo complessivo per gli oggetti venduti è di 5 + 5 + 5 = 15 euro. Creiamo quindi un altro intervallo di prezzi in cui indichiamo come termine minimo 11 (termine massimo del intervallo precedente) e come termine massimo 16 (il numero indicato come termine massimo di ogni intervallo è infatti escluso, quindi a 15 euro aggiungiamo 1 per il funzionamento corretto) e indichiamo 0 euro come spese di spedizione (corrispondenti a questo intervallo di prezzi). In questo modo per l’acquisto di 3 portachiavi il compratore non pagherà nessun costo di spedizione.

 

Questo sistema è un ottimo incentivo per favore gli acquisti “in quantità” applicando uno sconto progressivo a seconda del numero di oggetti comprati: usalo in maniera efficiente!

 

Se decidi usare questo “sconto”, non dimenticare di menzionare lo sconto nella descrizione dell'oggetto venduto, spiegando chiaramente al compratore oltre quale soglia di oggetti acquistati si ottiene lo sconto sulle spese di spedizione o la spedizione gratuita.

 

NON DIMENTICARE: sempre quando aggiungi un nuovo oggetto scegli ed aggiungi (menu verticale, 7.Spedizione) la modalità di spedizione che vuoi associare all'oggetto!

 

Se invece conosci i prezzi della spedizione in base al peso, semplicemente scegli di impostarein base al peso totale del pacco degli oggetti acquistati. Il sistema provvederà a contare il peso complessivo degli oggetti inseriti nel carrello, e assocerà a peso totale del pacco un costo di spedizione corrispondente.

 

NON DIMENTICARE: sempre quando aggiungi un nuovo oggetto scegli ed aggiungi (menu verticale, 7.Spedizione) la modalità di spedizione che vuoi associare all'oggetto! 

E non dimenticare di inserire anche il PESO in chili (Kg) dell’oggetto (se hai scelto di utilizzare un sistema di intervalli in base al peso). Non è necessario che sia perfettamente esatto, l’essenziale è che il peso che inserisci sia associato ai tuoi intervalli impostati precedentemente.

 

Ti consigliamo di sfruttare tutte le potenzialità del sistema SPEDIZIONE (sempre menu orizzontale) e meglio decidere di non applicare un Costo di spedizione aggiuntivo/extra per imballaggio (opzione comunque disponibile nel menu) perché questo costo va ad aggiungersi ad ogni singolo oggetto inserito nel carrello e prevede peraltro anche l’applicazione dell'IVA (nel caso in cui tu abbia partita IVA).

 

Se vuoi impostare modalità di spedizione diverse per diversi oggetti, clicca su aggiungi nuova modalità di spedizione. La nuova modalità di spedizione con i parametri da te inseriti sarà disponibile per ogni oggetto da te venduto. Quando inserirai infatti un nuovo oggetto, potrai associare la modalità di spedizione precedentemente inserita selezionandola dal menu verticale a sinistra, passo 7.Spedizione, Modalità di spedizione: Disponibili/Selezionate.


7. Come faccio a collegare un secondo ordine al primo in modo da pagare una sola spedizione?

Puoi chiedere direttamente al venditore attraverso questo sito nella sezione "Venditore Q&A", sotto l'oggetto scelto. Per esempio il venditore potrebbe offrirti di usufruire di uno sconto sul prezzo della spedizione del secondo prodotto acquistato. Matea.it non decide i costi delle spese di spedizione applicati dai venditori.


8. Come si pagano le commissioni sulle vendite?

Le commissioni sulle vendite vengono inserite nella fattura che Matea.it invia a ciascun venditore il giorno 10 di ogni mese e sono computate sulla base degli ordini ricevuti da ciascun venditore entro la fine del mese precedente.

Nel caso in cui gli importi dovuti a titolo di pagamento delle commissioni siano inferiori a 2 euro, Matea.it non emetterà nessuna fattura per il pagamento delle commissioni del mese in corso che andranno ad aggiungersi a quelle del mese successivo.

La fattura per il pagamento delle commissioni viene inviata a ciascun venditore tramite email e reca un termine per il pagamento delle commissioni di 14 giorni.

Il pagamento delle commissioni deve essere effettuato tramite bonifico bancario sul conto corrente di Matea.it. Il codice Iban del conto al quale effettuare il pagamento e la causale dello stesso sono indicati nella fattura inviata per email a ciascun venditore.


9. I redditi derivanti dalle mie vendite su Matea.it sono soggetti a tassazione?

Le regole sulla tassazione dei redditi variano a seconda della condizione personale del venditore e non sono perciò universalmente applicabili a tutti i venditori. Matea.it consiglia a ciascun venditore di rivolgersi al proprio commercialista o alla Camera di Commercio locale per verificare nel dettaglio la propria posizione reddituale e gli obblighi tributari da essa derivanti.

Matea.it non è in nessun caso responsabile del rispetto da parte dei singoli venditori delle disposizioni di legge sulla tassazione dei redditi.